La scena del crimine come non l’avete mai vista

Giallo Rosso e Noir 2014_con Crediti Formativi-page-001

Roma – “Giallo, Rosso e Noir: criminologia tra mito e realtà”. E’ il titolo del workshop gratuito organizzato dall’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare (Inpef) che si terrà a Trastevere il 12 giugno alle ore 16.00 presso il Trilussa Palace Hotel in Piazza Ippolito Nievo, 25/27. Il Workshop offrirà l’occasione ai presenti di trovarsi all’interno della scena del crimine, con simulazioni pratiche, proiezioni e la ricostruzione di una scena del delitto. Criminologi ed esperti del settore sveleranno, passo dopo passo, tutte quelle informazioni che devono essere percepite, lette, interpretate, elaborate e alla fine organizzate per arrivare a individuare l’ignoto autore.

Saranno presenti Marina Baldi (Biologa Forense), Donatella Cerè (Avvocato), Francesca De Rinaldis (Psicologa Giuridica, Criminologa), Marino Farneti (Esperto di Balistica Forense e Scena del Crimine), Francesco Miraglia (Avvocato, Esperto in Mediazione Criminale); Stefania Petrera (Pedagogista, Giudice Onorario), Daniela Scarpetta (Criminologa) e il Generale dei Carabinieri Luciano Garofano. Nel corso dell’evento l’istruttore Egidio Andreini mostrerà le applicazioni aeree di un drone. Ci sarà poi la cantante Valeria Biotti che si esibirà in una performance musicale “a tema” e la form-attrice Maria Buccolo che metterà in scena la piece: “Delitto in sala”.

Nel corso della manifestazione verrà presentato il “Master in Criminologia” organizzato dall’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare (Inpef) a Trastevere. Un Master accreditato e suddiviso in lezioni sia teoriche che tratteranno di vittimologia, analisi comportamentale, profiling, storia del crimine, diritto, analisi della comunicazione… e pratiche, (ben l’80% del corso): balistica, grafologia forense, uso del drone, intercettazioni, pedinamento, mappatura e riproduzione della scena in 3 dimensioni…  Le lezioni saranno tenute da criminologi, ricercatori e accademici che condivideranno con gli studenti sia la scena del crimine che la passione per la verità.

Perché l’Inpef ha deciso di occuparsi di questa tematica?

“Perché bisogna rendersi conto che c’è anche una famiglia criminale oltre a una famiglia ‘cuore’, – afferma il presidente dell’Inpef, Vincenza Palmieri – perché ci sono bambini in carcere con mamme detenute, perché Gomorra è la storia di una famiglia e perché con l’utilizzo del drone si cercano anche i bambini rapiti. Sono convinta che, affinché sia fatta giustizia, un criminologo debba cercare e amare la verità con tutte le sue forze”.

Per partecipare è necessaria la prenotazione.

Info: www.formazionecorsiemaster.it. E-mail: pedagogia familiare@gmail.com

Tel e Fax: 06.5803948 – 06.5811057 – 329.9833862

Autore: Maria Grazia Stella