Irruzione nel ritiro del Modena: assolti

Irruzione nel ritiro del Modena: assolti

 

22-06-2010
Irruzione nel ritiro del Modena: assolti
Si è chiuso il processo per l’episodio a ‘Le Ville’ del 2008
Tifosi forse troppo irruenti, ma sono stati assolti.
Più di 2 anni fa, precisamente il 13 aprile 2008, alcuni tifosi del Modena Calcio, facevano irruzione nella notte all’interno dell’Albergo ‘Le Ville’ di Baggiovara, luogo del ritiro della squadra di Calcio del Modena FC chiedendo, ed ottenedo, di poter parlare con i giocatori.
Il processo era iniziato il 24 novembre 2008, dopo una articolata istruttoria, che ha visto tra gli altri gli ex calciatori del Modena: Giorgio Frezzolini e Nicolas Frey, sfilare come testi, e ora ha avuto il suo epilogo.
Infatti, ieri, il Tribunale di Modena, ha emesso sentenza di assoluzione per G.
P.
difeso dall’avvocato Francesco Miraglia e sentenza di non procedibilità a carico di P.
O.
difeso dal legale Marco Favini di Modena.
Erano da poco passate le 2 di notta, quel 13 aprile, quando, nella hall dell’hotel Le Ville, abituale sede del ritiro pre-partita del Modena per le competizioni in casa un gruppo di tifosi ha fatto irruzione con la ferma intenzione di ‘dire due parole’ ai giocatori.
Gli atleti erano nelle loro camere ignari di quello che stava per accadere mentre i tifosi più accaniti cercavano di salire ai piani.
Invano i dipendenti dell’hotel in servizio notturno avevano cercato di bloccarli fino a quando visto che la tensione continuava a salire, non avevano potuto fare altro che assecondare la loro richiesta di poter parlare con gli esponenti della squadra.
I tifosi avevano chiesto espressamente di incontrare Giorgio Frezzolini e il portiere si era presentato accompagnato da Frey.
Il giorno dopo all’arrivo allo stadio, per il match con il Lecce la squadra aveva emesso un comunicato ufficiale di grave condanna all’irruzione notturna: «Il Modena FC, sia come società che come squadra denuncia un ulteriore gravissimo episodio che va ben oltre le contestazioni avvenute in precedenza.
Crediamo che simili episodi contribuiscano ingiustamente a denigrare e disonorare l’immagine dell’intera città e di tutti i modenesi che da sempre sono esempio di civiltà e correttezza» avevano sentenizato i vertici del Modena.
Ieri, però, la sentenza del Tribunale è stata diversa e per i tifosi è arrivata l’assoluzione.